Expo Milano 2015, Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita

Venerdì primo maggio a Milano prende il via Expo Milano 2015, l’esposizione universale che vedrà il capoluogo lombardo per sei mesi centro del dibattito mondiale sull’alimentazione. Il tema scelto infatti è “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

Credit: pagina Facebook Expo 2015 Milano

Credit: pagina Facebook Expo 2015 Milano

Saranno 145 i Paesi partecipanti in rappresentanza del 94% della popolazione mondiale. Ogni Paese, partendo dalla propria cultura e dalle proprie tradizioni, sarà chiamato a interrogarsi e a proporre soluzioni rispetto alle grandi sfide legate alle prospettive dell’alimentazione.

Expo Milano 2015 prevederà cinque percorsi tematici, fisici ma anche ideali:

  • Storia dell’Uomo, storie di cibo: le tecniche di coltivazione, allevamento, trasformazione e mutazione degli alimenti evidenziano le caratteristiche della dieta degli individui;
  • Abbondanza e privazione: il paradosso del contemporaneo: possono scienza, educazione, prevenzione, cooperazione internazionale, ingegneria sociale e politica ambire al superamento delle disparità di accesso al cibo e all’acqua potabile?
  • Il futuro del cibo: le tecnologie, le scoperte scientifiche, i traguardi della ricerca di oggi sono la base di partenza per la formazione del capitale umano del domani, attento sia all’ottimizzazione delle filiere agroalimentari sia alla qualità dei prodotti che finiscono sulle nostre tavole;
  • Cibo sostenibile = mondo equo: Expo 2015 come piattaforma di discussione dalla quale lanciare i nuovi obiettivi per un millennio sostenibile, dove da un lato sia salvaguardata la biodiversità, dall’altro, tutelati saperi, tradizioni e intere culture;
  • Il gusto è conoscenza: i sapori e gli odori delle cucine internazionali raccontano la storia e le culture delle società del Pianeta. Expo 2015 sarà un itinerario a cavallo tra manifestazioni culturali e degustazioni diffuse, dove oltre ai prodotti finiti trovino posto anche le tecniche di conservazione dei cibi, le diverse modalità di cottura, e le altre invenzioni finalizzate a modificare o mantenere i sapori.

Lo spazio dedicato alla nazione ospitante è il Padiglione Italia che verrà ospitato nell’intero cardo, ovvero l’asse secondario del sito espositivo.

I 350 metri del viale si svilupperà dalla Lake Arena, verso nord, fino all’Open Air Theatre, verso sud e ospiterà:

  • Palazzo Italia, una struttura da circa 13.000 m² su 6 livelli fuori terra, affacciato sulla Lake Arena dove si trova anche l’Albero della Vita, una struttura in legno e acciaio, alta circa 35 metri, che si ispira al concetto di albero della vita presente in molte culture, religioni e filosofie e le cui forme riprendono il disegno di Michelangelo presente sul pavimento della piazza del Campidoglio a Roma;
  • Il padiglione dell’Unione europea;
  • Una zona nord dedicata all’Italia delle regioni e dei territori;
  • Piazza Italia, all’incrocio con il decumano;
  • Una zona sud dedicata alle imprese del made in Italy e a Coldiretti. In questa zona sarà anche presente il padiglione della Regione Lombardia, affacciato direttamente su Piazza Italia.

Il tema di partecipazione dell’Italia sarà “Vivaio Italia“, una metafora rappresentativa di uno spazio che aiuta progetti e talenti a germogliare, offrendo loro un terreno fertile, dando accoglienza e visibilità alle energie giovani.

Per saperne di più visita il sito dedicato

Pin It

I commenti sono chiusi.