Salento di luci e colori

Credit: Angie on Pinterest pinterest.com/angiefdez

Credit: Angie on Pinterest pinterest.com/angiefdez

Procedono ormai a gonfie vele i preparativi per i prossimi festeggiamenti in onore di Santa Domenica Vergine e Martire che si svolgeranno a Scorrano, paese in province di Lecce, nei giorni 5,6,7,8 e 9 Luglio prossimi. La festa patronale scorranese è sicuramente la festa più attesa in tutto il Salento per una sua peculiarità: è la più grande manifestazione di luminarie o “parazioni” ( in dialetto locale) a livello internazionale: due milioni e mezzo di lampadine e led montate su archi di legno su un percorso di circa quattro chilometri.

La sfarzosità della festa trova spiegazione principalmente nella grande devozione che il popolo scorranese nutre nei confronti della sua patrona. La leggenda narra che la Santa di Tropea apparve in sogno ad un’anziana donna comunicandole spontaneamente di voler diventare patrona della città. In cambio avrebbe liberato il paese dalla peste . Chiese, inoltre, ai suoi fedeli di accendere un un solo lumicino accanto ad ogni casa come segno dell’avvenuta guarigione. Così avvenne. Quattro secoli dopo Scorrano è diventata la capitale mondiale delle luminarie.

L’arte delle luminarie, che si sviluppa prevalentemente in età barocca, è comunque diffusa in quasi tutti i paesi del sud Italia 1 ed ha creato, nel tempo, generazioni di artigiani che realizzano ogni anno numerose strutture luminose

Dal 5 al 9 luglio pertanto Scorrano “ si illumina a festa”: numerose composizioni luminose, dalle più tradizionali come le “gallerie”( insieme di archi che riproducono le navate delle chiese) i “frontoni” ( che riproducono facciate di chiese e castelli) le “cassarmoniche” (che riproducono interni di teatri dove si possono esibire i concerti bandistici), alle ultime innovazioni introdotte come la “spalliera” (struttura che serve a coprire il perimetro di grande piazze creando una costruzione illusoria all’aria aperta), arrederanno in modo del tutto nuovo e sgargiante gli spazi pubblici della città.

Il Salento tornerà ad illuminarsi il 17 settembre nella notte della Festa Di San Giuseppe da Copertino, Lecce.
Umile frate della famiglia francescana dei Frati Minori Conventuali, San Giuseppe da Copertino per le sue numerose estasi è conosciuto in tutto il mondo come il Santo dei voli ed è invocato perciò come protettore dagli aviatori .

L.S.

Pin It

I commenti sono chiusi.